Rinoplastica post operatorio

Con le dovute eccezioni, non si ha timore d’affermare che dopo un intervento di rinoplastica, oggigiorno, l’edema a mongolfiera, le ecchimosi sott’orbitarie, il dolore intenso, siano ricordi del passato. Questo si è verificato grazie alla miglior conoscenza dell’anatomia dell’organo nasale (suona strambo ma ancor oggi assistiamo nei congressi a presentazioni che chiarificano l’anatomia, seppur apportando piccoli contributi questi sono altresì importanti per essere sempre più precisi nelle manovre chirurgiche).

La farmacologia, sia come preparazione che come sostegno durante e dopo l’intervento, la cura nel seguire i piani chirurgici e la conservazione della maggior parte delle strutture possibile sono altri elementi che giocano un ruolo di primo piano nella gestione il più possibile confortevole della rinoplastica.

rinoplastica post operatorio